Si prega di utilizzare questo modulo esclusivamente per informazioni e contatti per trattamenti di Medicina estetica e Laser

  • (+39) 0365 85393

  •  

Capillari, Angiomi, Couperosi

Poliambulatorio Frugoni

Capillari, Angiomi, Couperosi

Il trattamento dei problemi vascolari estetici superficiali, quali angiomi, eritrosi, couperosi e teleangectasie (capillari arti inferiori anche di ampie dimensioni e di colore blu o viola) è oggi effettuabile mediante il LASER.

Il  nostro  laser (THUNDER MT) è  ad oggi il più potente per il vascolare. E’ la soluzione per qualsiasi fototipo cutaneo e coniuga il massimo comfort per il paziente, la reale efficacia e la velocità di esecuzione.


Il sistema di raffreddamento incorporato attraverso un sistema criogenico  rende assolutamente tollerabili  le sedute. I risultati si ottengono  nel corso di varie sessioni, con la  progressiva scomparsa  dei  capillari  trattati. 


Non è comunque possibile stabilire a priori  la durata complessiva del trattamento: nel caso di teleangectasie diffuse e/o profonde possono comunque residuare  tracce delle pregresse ramificazioni vasali.

Le sedute vanno programmare con un intervallo minimi di 2-3 mesi (per permettere che “madre natura” ripari la endotelite reattiva determinata dal laser)


L’esito finale del trattamento è visibile da tre a sei mesi dall’ultima applicazione programmata. L’interruzione del trattamento ed il mancato rispetto dei tempi delle sedute può compromettere il risultato finale.


Il LASER VASCOLARE  da noi usato rappresenta ad oggi il sistema più moderno e sicuro per trattare questo tipo di inestetismo; è estremamente efficace garantendo un minor rischio di recidiva rispetto ad altre metodiche; resta inteso che altri capillari, per modifiche della situazione circolatoria locale o generale, possono ripresentarsi in un lasso di tempo variabile da caso a caso.


Questo LASER non  presenta effetti collaterali: in pelli particolarmente sensibili e dotate di particolari  reattività è segnalata raramente  la comparsa di cheloidi o di aumento o diminuzione della pigmentazione locale (ipocromia o ipercromia):  l’esperienza del chirurgo laser depone per una maggior garanzia anche se tali fenomeni non possono comunque escludersi a priori. E’ assolutamente da evitare l’esposizione al sole e l’utilizzo di lampade fino a un mese dopo l’intervento; i laser vascolari non vanno utilizzati in soggetti abbronzati.

Durante il periodo estivo le sedute vanno sospese per essere riprese in autunno. Il risultato non va perso, anzi la naturale riparazione prosegue fisiologicamente garantendo l’ottimo esito finale. 



Iscriviti per ricevere le nostre Newsletter

Seguici e rimani aggiornato sulle novità e sugli eventi di prevenzione